Categoria Arte, fotografia e dintorni

Arredamento in stile industriale

arredamento in stile industriale

TRE CONSIGLI PER LA TUA CASA O IL TUO LOCALE

Tutti abbiamo sognato, almeno una volta, di vivere in un grande loft a Manhattan con pareti in mattoni a vista e mobili vintage. L’arredamento in stile industriale ha un enorme fascino ed è uno degli stili più di tendenza al momento, tanto che anche numerosi locali hanno deciso di adottarlo.
Vuoi dare un tocco in stile industriale alla tua casa o al tuo locale? Eccoti 3 consigli per non sbagliare.

arredamento in stile industriale

1. Scegli con cura colori e materiali

Legno, metallo, resine e mattoni a vista sono i principi dell’arredamento in stile industriale, da usare per pavimenti, pareti e arredamento. Per un arredamento in stile industriale la gamma dei colori è quella che va dal legno naturale alla scala dei grigi, con tocchi di nero e di colori brullanti. Via libera anche all’utilizzo del metallo: rame, ottone e acciaio.

arredamento in stile industriale

2. Mescola gli stili

L’arredamento in stile industriale se non ben equilibrato può risultare eccessivamente freddo e pesante. Meglio non esagerare per non trasformare la tua casa in un blocco di cemento e acciaio. Puoi creare un mix vincente mescolando lo stile industriale con altri stili più morbidi, con complementi presi in prestito dallo shabby chic o dal liberty

arredamento in stile industriale

3. Punta su riuso e fai da te

I mobili in stile industriale si trovano in vendita ormai in tantissimi negozi di arredamento: dalle grandi catene ai piccoli artigiani. Ma un arredamento in stile industriale prevede l’utilizzo di molti pezzi usati che possono essere reinventati con il fai da te. Un divano può essere facilmente realizzato con i pallet, mentre vecchie porte e bobine possono diventare fantastici tavoli. Le cassette della frutta in legno invece possono diventare degli splendidi comodini oppure, appese alle pareti, contenere libri e soprammobili.

arredamento in stile industriale

Note Visive

note visive

Note Visive

Scattare una foto senza motivo è come parlare quando non sia niente da dire. Se l’avvento del digitale democratizzato la fotografia, la possibilità di poter scattare a costo zero comporta una minore attenzione rispetto a quando si impressionava il rullino. L’errata convinzione di poter sempre aggiustare l’immagine in post produzione Ci ha resi estremamente superficiali. 

note visive
Oggi compatte, bridge, reflex e smartphone Si sono impossessati dei nostri usi quotidiani. Ma siamo ben lontani dall’essere tutti fotografi. Se da una parte se ampliato l’interesse delle masse per la fotografia intesa come arte dall’altra sono in molti a lanciare l’allarme sul pericolo di un progressivo abbassamento della qualità delle immagini. Ma, come disse Leitz quando Barnak gli propose la sua piccola, innovativa, maneggevole fotocamera “Correremo il rischio”.

tgl